Prevenzione

L’informazione e la partecipazione attiva della popolazione e dei pazienti alla prevenzione e alla gestione della propria salute (anche quando una malattia sia già insorta) è fondamentale.

prevenzioneNon esiste, infatti, prevenzione senza l’interesse della persona alla propria salute e senza un’adeguata conoscenza dei fattori che la possono influenzare.

Nei pazienti, ogni terapia risulta più efficace se è compresa e se medico e paziente lavorano insieme per un comune scopo. Molti studi hanno dimostrato che la comprensione e partecipazione del paziente porta a risultati migliori ed a una migliore osservanza della terapia e dei suggerimenti sulle abitudini di vita.

Non basta sottoporsi a cure solo quando si manifesta la malattia bensì è ora di prendersi cura di se stessi, di imparare a conoscersi e conoscere le malattie per prevenirle il che significa anche prevenirne le complicanze, gli esiti e le ricadute soprattutto quando si parla di malattie vascolari.

Le malattie vascolari costituiscono la causa più frequente di mortalità e invalidità nella popolazione adulta.

La principale lotta alle malattie vascolari consiste nella prevenzione che consiste soprattutto nell’informazione e nell’educazione ad un più corretto stile di vita.

Oltre la metà della popolazione adulta è colpita da malattie vascolari , malattie per lo più croniche che sempre incidono sulla qualità della vita e che possono influenzarne la durata.

Secondo recenti stime (OMS) le malattie del sistema cardiovascolare, oltre ad essere sempre gravemente debilitanti, sono responsabili complessivamente di quasi il 50% dei decessi nei paesi occidentali (39% maschi, 49% femmine), superando ampiamente persino le morti per tumore.

Fra queste, un peso rilevante hanno le malattie vascolari (quelle che coinvolgono le arterie, le vene, i linfatici ed il microcircolo) che colpiscono quasi ogni famiglia e che rappresentano un problema umano e sociale di estremo rilievo, ma fortemente sensibile alla prevenzione.

Le malattie vascolari possono interessare le arterie (vasi che portano il sangue dal cuore agli organi) e sono quindi definite arteriopatie oppure possono interessare le vene (vasi che portano il sangue di ritorno dai vari organi ai polmoni e quindi al cuore) e sono definite flebopatie.

Una diagnosi precoce e soprattutto una prevenzione sistematica che favorisca abitudini di vita corrette giocano un ruolo fondamentale nella limitazione delle insorgenze e dell’evoluzione di tali patologie.

 

 

E’ tempo che si passi dalla “medicina del rimedio” alla “medicina dell’iniziativa”.

Gian Marco Zorzan